progettorussia.it
il primo sito dedicato al gemellaggio scolastico tra l'Italia e la Russia

Italiano
Русский

Appia Viaggi sas
AMAT SpA
EduCentral rating
Casa Isabella
Hotel Eden Park
Gabbiano Hotel
ONL Mir Nauki
Provincia di Taranto
Comune di Taranto
Centro Servizi Amministrativi di Taranto
Assindustria Taranto
Sovrano Militare Ordine di Malta
Hotel Soyuz
Orizzonte Scuola
SO.EL.TA. Elettromeccanica
Icoman Italia

 VACANZE-STUDIO IN ITALIA
Il campus estivo di lingua italiana Ŕ or-mai divenuto un appuntamento irrinun-ciabile per le scuole della rete Progetto Russia. Anche quest'anno, infatti, per il quinto anno consecutivo, un gruppo di allievi delle scuole del Distretto di Mo-sca Nord aderenti alla rete, accompa-gnati dai loro insegnanti e da alcuni di-rigenti scolastici hanno trascorso un pe-riodo di due settimane in Italia per ap-profondire lo studio della lingua e della cultura italiana.
La delegazione, guidata dalla coordina-trice russa della rete Irina Il'ičëva, Ŕ giunta a Bari il 6 luglio, dove Ŕ stata accolta dal coordinatore italiano della rete Gennaro Esposito e dal prof. Fran-cesco Lentini, docente di lingua italiana L2. Dopo il caloroso incontro, il gruppo Ŕ partito alla volta di San Severino Lu-cano, nel Parco Nazionale del Pollino, dove ha trascorso la prima settimana del soggiorno in Italia. Non appena u-sciti dall'aeroporto, il percorso si Ŕ im-mediatamente trasformato in un'unica grande escursione alla scoperta dei pit-toreschi paesaggi pugliesi e lucani, dei quali sono state ampiamente illustrate le principali caratteristiche morfologiche ed orografiche.
Giunti a San Severino Lucano, gli ospiti russi, come di consueto, hanno trovato una comoda sistemazione presso l'Ho-tel Paradiso, dove sono stati accolti da-gli allievi dell'Istituto "Pacinotti" di Ta-ranto che li attendevano con ansia. Il giorno successivo gli allievi delle scuole di Mosca hanno iniziato a frequentare il corso di lingua italiana tenuto in lingua russa dal prof. Francesco Lentini, il qua-le ha suddiviso gli allievi in gruppi omo-genei per livello di conoscenza della lin-gua italiana in modo da ottimizzare i ri-sultati del percorso di studio del cam-pus linguistico.
Nella stessa giornata, inoltre, i ragazzi russi sono stati inseriti nel programma di attivitÓ teatrali giÓ avviato per gli al-lievi dell'Istituto "Pacinotti". Il program-ma di quest'anno, attuato con la con-sueta maestria dal regista teatrale Gio-vanni Guarino, Ŕ stato liberamente trat-to dal romanzo di William Golding Il si-gnore delle mosche.
L'attiva partecipazione dei ragazzi russi allo spettacolo teatrale rappresenta un momento di particolare importanza nel-l'ambito del soggiorno in Italia. Durante la preparazione dello spettacolo, infatti,
Un componente della delegazione russa affronta il percorso di sopravvivenza
Il gruppo italo-russo a San Severino Lucano nel Parco Nazionale del Pollino
i giovani moscoviti non solo hanno mo-do di familiarizzare con i coetanei italia-ni avviando rapporti di amicizia spesso duraturi, ma hanno anche l'opportunitÓ di assimilare alla perfezione intere e-spressioni idiomatiche che al termine del corso sono in grado di pronunciare con una intonazione ed una pronuncia che a volte rendono difficile distinguerli dai loro coetanei italiani.
Naturalmente il periodo trascorso in Ita-lia ha anche la finalitÓ di approfondire la conoscenza del territorio italiano e delle sue peculiaritÓ. Per questo motivo ogni anno vengono organizzate nume-rose escursioni alla scoperta delle pi¨ belle localitÓ dell'Italia Meridionale. La prima escursione di quest'anno ha avu-to come destinazione Maratea, dove i ragazzi russi, dopo il loro primo bagno nelle acque del Mar Tirreno, hanno avu-to modo di visitare la statua del Cristo Redentore e di ammirare lo splendido panorama che si apre sulla costa tirre-nica.
Ma l'escursione che ha suscitato nei ra-gazzi russi maggiori emozioni Ŕ stata certamente la visita alla Gola del Raga-nello, dove i giovani ospiti insieme ai loro insegnanti si sono cimentati in una esperienza di rafting che per molti di loro Ŕ stata la prima in assoluto. Sotto la guida sicura di istruttori professionisti i giovani moscoviti hanno completato senza particolari difficoltÓ il percorso di quattro chilometri manifestando grande gioia ed entusiasmo.
Nel pomeriggio dello stesso giorno i ra-gazzi hanno quindi partecipato ad una interessante gara di orienteering, al ter-mine della quale alcuni volontari si so-no cimentati in un percorso di sopravvi-venza durante il quale hanno mostrato grande abilitÓ.                                  >
Il percorso di rafting ha suscitato nei ragazzi russi grande entusiasmo e gioia
  Web Design by Francesco Lentini
Copyright ę 2003 progettorussia.it